motion graphic a Milano: cosa possiamo dire?

Ora è il momento dell’intrattenimento e non è più giusto per i bambini. Le animazioni sono diventate più popolari sui social media e in televisione. La motion graphic a Milano, Roma ed in altre città è utilizzata molto per gli annunci pubblicitari e i video esplicativi.

Se non sei un graphic designer, ti invito a leggere questo articolo per sapere come lavorare con il tuo fornitore di servizi. Se sei un graphic designer, ecco i passaggi chiave da proporre al tuo cliente per produrre video professionali e coinvolgenti.

Cos’è il motion design?

Solo per localizzare tutti, il motion design è una tecnica di animazione. Movimento per movimento e design per elementi grafici animati. In inglese troverai molti riferimenti sotto il termine motion graphics.

Non si tratta di creare un cartone animato come un manga nello studio Ghibli o un fumetto a Washington. Le animazioni sono minimaliste, colorate ed espressive. La qualità del rendering dipenderà principalmente dal tuo budget, che deve essere compreso.

Nel caso di principianti o liberi professionisti che ti permetteranno di fare qualcosa di pulito senza essere troppo dettagliati.

 

I passaggi chiave nella creazione di un video di motion design

Considerando la fase di analisi delle tue esigenze e lo sviluppo della tua strategia di contenuto, possiamo passare alla fase di sviluppo del tuo progetto video. In generale, possiamo considerare 6 passaggi principali e un altro che è stato aggiunto.

 

1- Il brief per individuare le esigenze

Passo cruciale. Sapere cosa vuoi e discuterne con uno o più fornitori. In breve, è necessario mostrare le applicazioni di questi contenuti nella propria strategia di marketing per raggiungere gli obiettivi previsti. Ecco come puoi comporre un messaggio che sarà efficace con il tuo pubblico di destinazione. Il brief si conclude con le specifiche, che consentono a tutti di sapere quali sono i loro impegni. Per molti liberi professionisti è qui che entra in gioco. Per le agenzie com, di solito dovrai prima pagare una tassa di studio. Normale.

 

2- La sceneggiatura per individuare il corso della storia

Bisogna essere bravi a raccontare storie. Devi prestare attenzione alla narrazione, al ritmo del video, all’integrazione degli elementi animati … La sceneggiatura definirà l’inquadratura o se vuoi l’angolazione sotto la quale verranno sviluppate le animazioni. La sceneggiatura può essere la tua responsabilità o quella del libero professionista. Ma in questo caso ci sarà un costo in aggiunta alla creazione del video da negoziare.

 

3- Lo storyboard per simulare il movimento

Dopo la letteratura, passiamo alla matita. Lo storyboard aiuta a dare vita alle parole. Questo è il passaggio essenziale prima di passare alla telecamera. Da non perdere se non si desidera lavorare con molte versioni inutili nelle macchine, solo per caricare la memoria del computer. Lo storyboard viene presentato al cliente per discutere insieme il corso delle azioni e consentirgli di visualizzare i personaggi, i simboli, le decorazioni. Può anche apprezzare le azioni e le rappresentazioni per infondere un nuovo orientamento. Una volta che lo storyboard è stato approvato, possiamo andare avanti con la vettorializzazione dell’immagine e la colorazione.

 

4- Modellazione per correggere l’animazione futura

 

Da lì, puoi vedere molto bene quale sarà il tuo video. Hai scene a colori e animazioni di base da una scena all’altra. Non resta che creare le animazioni intermedie per renderle più vivaci. Come cliente, questo è l’ultimo momento per intervenire nel corso dell’animazione e della creazione dei personaggi. Se salti questo passaggio, dovrai pagare di più per una recensione del tuo video.

 

Se sei libero professionista, ti incoraggio a essere irremovibile in questa fase. Alcuni clienti sono in grado di riportarti allo storyboard perché avevano idea di non so quante persone e lui / lei voglia testarli. Come se bastasse fare clic sul software e riavviare delicatamente. Spiega la pesantezza del compito con calma fin dall’inizio e mentre procedi.

 

5- Animazione e integrazione dei suoni

Creiamo l’animazione e integriamo i suoni in modo che siano sincronizzati. Questo passaggio richiede lavoro. Molti test e manipolazioni nel suono, estensioni o tagli nella velocità dell’animazione. Alcune persone sono specializzate nella progettazione del suono. Puoi utilizzare software come Adobe Audition o software per tagliare e mixare suoni. Ti consiglio di fare la tua selezione. Non sono un esperto del suono. Per i video professionali, preferisco fare affidamento su altri liberi professionisti per questa parte.

 

In alcuni casi, anche fare sottotitoli.

Lo integriamo per i non udenti. Sui social network o sulla televisione, puoi integrare una sezione con i sottotitoli o semplicemente animare il testo. A volte il tipo di animazione non fornita questa seconda opzione.

Di Gaetano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!