Incontri.es: i dati di maggio 2019

I fine settimana piovosi sono un volano per i siti specializzati in incontri per adulti, soprattutto se non sono previsti incontri sportivi. È questa la conclusione a cui si è giunti dopo aver analizzato l’andamento del traffico sul sito Incontri.es nei primi weekend di pioggia di maggio.

Tra sabato 18 maggio e domenica 19, due giorni piovosi pressoché ovunque sulla penisola, le visite sono aumentate del 15% rispetto al fine settimana medio. L’analisi dei dati è servita per constatare, ancora una volta, come gli eventi sportivi influiscano negativamente sul traffico dei siti per soli maggiorenni. Nonostante l’incremento delle visite, sono state evidenti due flessioni: la prima durante le partite del pomeriggio della domenica – quindi nella fascia oraria compresa tra le 15 e le 17, la seconda durante l’atteso posticipo serale, in concomitanza con il match clou Napoli – Inter. Risultati molto simili sono stati riscontrati dopo le due finali delle Coppe Europee, anche se l’assenza di squadre italiane ha permesso di contenere la “fuga” dei visitatori.

Che lo sport nuocesse ai siti per adulti era già stato rilevato da Pornhub, uno dei siti più autorevoli del settore: nel 2018, il suo reparto marketing aveva segnalato una diminuzione delle visite dell’11% durante le partite dei mondiali. L’apice era stato raggiunto durante la finale tra Croazia e Francia, poi vinta dai transalpini: in quei novanta minuti il traffico era diminuito del 66% in Croazia e del 50% in Francia. Una flessione minore, ma comunque importante, era stata registrata durante la finale di Champions League tra Real Madrid e Liverpool: -15% solo in Italia, un paese a cui non apparteneva nessuna delle due squadre impegnate. Facile ipotizzare un crollo delle visite in Spagna e in Inghilterra.

Uno dei report più curiosi tra quelli effettuati da YouPorn riguarda l’analisi del traffico durante la semifinale dei Mondiali 2014, Germania – Brasile. La bella vittoria degli europei, ha spinto i tifosi tedeschi a festeggiare sui siti a luci rosse. Non lo stesso può essere detto per i tifosi sudamericani, che hanno rinunciato a visitare in massa i siti per adulti.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *